ponti termici e nuove uni ts 11300

Moderatori: Kristian.F, Navarra Ivan

ponti termici e nuove uni ts 11300

Messaggioda Filippo Scarsi » gio ott 30, 2014 1:13 pm

Per quanto riguarda i ponti termici per un edificio esistente, a seguito dell'aggiornamento delle uni ts 11300 parte 1 e 2, non è più possibile ricorrere all'aumento forfettario e neanche all'abaco della UNI 14683. Escludendo la modellazione agli elementi finiti, da quel che si legge in giro non mi è chiaro quali abachi si possano usare.
Chiedo questo perché ho appena ricevuto l'aggiornamento del software che uso per gli APE (Termo della Namirial) e offre due possibilità:
1) abaco CENED
2) atlante nazionale dei ponti termici (questo solo usando le dimensioni esterne)

Se sono stati implementati, immagino vadano bene entrambi. L'abaco CENED è più complesso da usare e a prima vista mi pare richieda un numero maggiore di dati (che per un APE di un appartamento esistente non sono immediati da rilevare/stimare/...). Voi avete qualche riferimento certo a riguardo?
Grazie.
Ciao.
Filippo
Filippo Scarsi
 
Messaggi: 14
Iscritto il: gio gen 09, 2014 4:41 pm

Re: ponti termici e nuove uni ts 11300

Messaggioda Navarra Ivan » gio ott 30, 2014 2:05 pm

La 14683 la puoi applicare sull'esistente mentre per i nuovi edifici è necessario utilizzare la 10211.
Navarra Ivan
Site Admin
 
Messaggi: 134
Iscritto il: lun dic 02, 2013 6:00 pm

Re: ponti termici e nuove uni ts 11300

Messaggioda Filippo Scarsi » gio ott 30, 2014 3:16 pm

Perfetto, quindi direi che l'Atlante nazionale dei ponti termici (se ho ben capito è basato sulla 14683) va benissimo per l'esistente.
Filippo Scarsi
 
Messaggi: 14
Iscritto il: gio gen 09, 2014 4:41 pm

Re: ponti termici e nuove uni ts 11300

Messaggioda margherita » gio nov 20, 2014 6:27 pm

ciao! scusate se mi intrometto
ma volevo chiedere come mai se inserisco come metodo di calcolo le lunghezze interne piuttosto che quelle esterne (per quanto riguarda i ponti termici) il fabbisogno dell'edificio può cambiare in maniera rilevante? e di conseguenza anche la classe energetica?
a questo punto che senso ha calcolare i singoli ponti termici se i due metodi di calcolo sballano in maniera consistente le certificazioni?
ciao grazie
margherita
 
Messaggi: 2
Iscritto il: mer ott 29, 2014 4:11 pm

Re: ponti termici e nuove uni ts 11300

Messaggioda Navarra Ivan » gio nov 20, 2014 6:59 pm

Devi utilizzare il valore del ponte termico lineare corrispondente al tuo metodo di calcolo della superficie disperdente. Se le calcoli al lordo (come dovrebbe essere) il ponte termico ha un valore inferiore perchè una quota è già compresa nella struttura.
Navarra Ivan
Site Admin
 
Messaggi: 134
Iscritto il: lun dic 02, 2013 6:00 pm

Re: ponti termici e nuove uni ts 11300

Messaggioda Ing Rivoli » dom nov 30, 2014 10:33 pm

Alcuni software utilizzano come medodo di calcolo le misure interne quindi ad esempio in un angolo fra due muri la porzione di muro nell'angolo non è proprio conteggiata ed il ponte termico tiene conto di questa porzione di muro ed il valore del ponte termico aumenta le dispersioni. Altri software invece utilizzano le misure esterne quindi lo stesso angolo tra due muri viene conteggiato come volume due volte ed in questo caso il valore del ponte termico dovrebbe diminuire le dispersioni ( perchè prima quella porzione di muro era stata conteggiata due volte ).
Compito del tecnico è appunto quello di valutare numericamente quanto valvono questi ponti termici ( che non sono solo errori costruttivi ma spesso semplice completamento dei dati del calcolo che fa il software ).
Da notare che in un caso il valore del ponte termico è negativo nell'altro positivo! ;)
Ing Rivoli
 
Messaggi: 120
Iscritto il: lun gen 13, 2014 12:18 pm


Torna a Normativa Tecnica Nazionale (UNITS 11300)

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti

cron