Calcolo energia utile su situazione "iniziale" (?!)

Discussione su contabilizzazione del calore UNI10200:2014 DGR1577/14 Dlgs102/14

Moderatori: Kristian.F, Navarra Ivan

Calcolo energia utile su situazione "iniziale" (?!)

Messaggioda Fabio.D » gio giu 11, 2015 1:09 pm

Ciao a tutti,
mi è capitato di leggere, nelle diapositive che allego, una cosa piuttosto strana circa la contabilizzazione secondo UNI 10200. Il redattore sostiene che il calcolo dell'energia utile annuale necessaria all'unità immobiliare dal quale poi si desumono i millesimi di riscaldamento va fatto secondo le "condizioni iniziali dell'edificio"... trovo che sia un controsenso in quanto:
- chi ha investito in isolamento termico ed efficientamento energetico del proprio appartamento si trova annullato questo sforzo;
- non sempre è possibile capire quali siano le condizioni iniziali di un'edificio, specialmente dopo decenni;
- la norma non dice nulla in merito di così "preciso".

Opinioni, pareri?
Allegati
diapo1.JPG
Diapositiva 1
Fabio.D
 
Messaggi: 84
Iscritto il: mer gen 08, 2014 11:57 am

Re: Calcolo energia utile su situazione "iniziale" (?!)

Messaggioda Navarra Ivan » mar giu 16, 2015 7:00 am

se così non fosse, ogni volta che un condomino cambia, ad esempio, i serramenti, dovresti ricalcolare i millsimi di tutti...
Navarra Ivan
Site Admin
 
Messaggi: 134
Iscritto il: lun dic 02, 2013 6:00 pm

Re: Calcolo energia utile su situazione "iniziale" (?!)

Messaggioda Fabio.D » mar giu 16, 2015 9:03 am

Esattamente, ma considerando la soluzione iniziale penalizzi chi ha investito in isolamento termico e credo che in senso generale sia remare contro alla "ratio" della norma. Oltretutto come si fa a determinare la situazione di partenza dell'edificio dopo 70 anni dalla sua realizzazione?! Si va per ipotesi, ovviamente, ma le ipotesi non piacciono ne ai condomini ne ai tecnici, non trovate?
Oltretutto non è scritto da nessuna parte, si tratta di mera interpretazione del codice civile riguardo ai millesimi di proprietà, una considerazione moooolto debole a sua volta.
Fabio.D
 
Messaggi: 84
Iscritto il: mer gen 08, 2014 11:57 am

Re: Calcolo energia utile su situazione "iniziale" (?!)

Messaggioda Navarra Ivan » mar giu 16, 2015 12:44 pm

...considera che pesa solamente solla quota involontaria, quindi sul 25-30%.
Navarra Ivan
Site Admin
 
Messaggi: 134
Iscritto il: lun dic 02, 2013 6:00 pm

Re: Calcolo energia utile su situazione "iniziale" (?!)

Messaggioda Fabio.D » mer giu 17, 2015 10:26 am

...ok, ma hai provato a spiegarlo ad un condomino che i suoi serramenti nuovi da 13000 € non influiranno su tale quota? :?

Ragionando in termini ingegneristici risulta, oltretutto, chiaro che a fronte di un minor fabbisogno il generatore del condominio lavora maggiormente per chi non ha investito in opere di efficientamento energetico, ergo è corretto che paghino una quota fissa maggiore...
Fabio.D
 
Messaggi: 84
Iscritto il: mer gen 08, 2014 11:57 am

Re: Calcolo energia utile su situazione "iniziale" (?!)

Messaggioda Marcello60 » mer giu 17, 2015 10:36 am

Concordo con Fabio.
mi è capitato di recente un condominio dove, rispetto alla situazione iniziale (della quale fortunatamente si dispone di progetti, piante sezioni ecc), sono stati eseguiti dei begli ampliamenti di volumetria da parte di alcuni condomini, con tanto di estensione dell'impianto termico centralizzato.
Credo proprio che nel fare i calcoli secondo UNI 10200 non seguirò la situazione iniziale per la determinazione dei millesimi... è evidente che altrimenti questi signori continuerebbero a godere (come hanno fatto finora) di un bello sconto immeritato.
Marcello60
 
Messaggi: 186
Iscritto il: ven dic 06, 2013 9:04 am

Re: Calcolo energia utile su situazione "iniziale" (?!)

Messaggioda Navarra Ivan » ven giu 19, 2015 5:40 pm

Marcello,
ovvio che se in questo caso NON devi rifarti alla condizione originale in quanto gli ampliamenti hanno portato ad una modifica della rete di distribuzione. In tutti gli altri casi invece bisogna rifarsi alla condizione originale in quanto le dispersioni della rete di distribuzione (quota involontaria da dividere a millesimi in funzione dell'energia utile di ogni unità) è conseguenza diretta del suo dimensionamento originario.
Navarra Ivan
Site Admin
 
Messaggi: 134
Iscritto il: lun dic 02, 2013 6:00 pm


Torna a Contabilizzazione e UNI10200

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti